Home » Area Stampa »

Aggiungi qui il testo dell'intestazione

Master in Etica, Deontologia e Politica sanitaria: la consegna dei diplomi agli studenti, al via a ottobre la seconda edizione

Sono stati consegnati questa mattina, nella sede dell’Ordine dei Medici di Torino, i diplomi ai 15 studenti del primo Master in Etica, Deontologia e Politica sanitaria organizzato dall’Ordine insieme a Coripe Piemonte, che si è concluso nei mesi scorsi.

Partito a settembre 2019, il Master ha rappresentato il primo percorso formativo post-laurea in Italia a trattare congiuntamente questi argomenti e si è avvalso della collaborazione di docenti universitari ed esperti in materie sanitarie.

Alla cerimonia hanno partecipato il presidente dell’Ordine Guido Giustetto, la presidente di Coripe Piemonte Nerina Dirindin, i componenti del comitato scientifico del Master – il professor Franco Merletti e l’avvocato Roberto Longhin – e il direttore Sanità e Welfare della Regione Piemonte Mario Minola, che ha svolto un intervento di approfondimento del nuovo Pnrr e della sua applicazione a livello regionale.

Per la seconda edizione, il Master sarà ampliato nei contenuti e alle lezioni frontali si alterneranno esercitazioni pratiche, formazione a distanza, partecipazione a convegni, gruppi di lettura e di ricerca. Il piano didattico prevede tre ambiti principali: deontologia medica e ruolo dell’ordine professionale; funzionamento del Servizio sanitario nazionale, dal finanziamento, ai livelli di governo, alla responsabilità medica, all’appropriatezza prescrittiva; ambiti clinici di rilevanza etica per la professione medica come il fine vita, il diritto alla salute, le problematiche legate alla maternità, il rapporto fra salute e ambiente, l’obbligo vaccinale e il bilanciamento fra i diritti del singolo e della collettività.

L’inizio è previsto a ottobre, per una durata di 16 mesi. Come per l’edizione appena conclusa, il Master è rivolto ai medici, in particolare a chi collabora o è intenzionato a collaborare con ordini e altri organismi rappresentativi della professione medica, ma anche ad altre figure professionali che operano nel mondo della sanità e si occupano di aspetti legali o economici.

“L’obiettivo è di mettere insieme temi che si intrecciano frequentemente nella professione medica ma che nel percorso formativo tradizionale non sempre vengono trattati in modo organico – sottolinea il presidente Omceo Torino, Guido Giustetto -. Ringrazio gli enti, le associazioni mediche e gli ordini provinciali che hanno dato il loro contributo a questa edizione e nell’occasione ringrazio il direttore Minola per la presenza e per il suo intervento, che è stato molto apprezzato dai colleghi”.

“La nostra intenzione è formare professionisti preparati per la nuova stagione della Sanità pubblica, costruendo le competenze necessarie ad affrontare concretamente problemi etici, deontologici e di politica sanitaria” commenta la presidente Coripe Piemonte Nerina Dirindin.

 

10 luglio 2021

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Print

Opportunità di lavoro

ToMe il portale giornalistico

La rivista dell'Ordine

Vedi gli altri numeri